Protezione solare e pelle iperpigmentata

Proprio come qualsiasi trattamento illuminante, che deve essere eseguito con diligenza per vederne i risultati, anche l'uso quotidiano della protezione solare segue questo imperativo.

Anche i trattamenti illuminanti più rigidi possono essere neutralizzati dall'esposizione minima ai raggi UV. Quando una zona iperpigmentata è esposta ai raggi UV, aumenta la produzione di melanina a livello cellulare e la pelle diventa più scura. Ironia della sorte, questa produzione di melanina è dovuta alla pelle che cerca di proteggersi dai dannosi raggi UV.

L'applicazione quotidiana di un fattore SPF riduce la comparsa di iperpigmentazione innescata da fluttuazioni ormonali (come melasma o cloasma) o di iperpigmentazione post-infiammatoria (cicatrizzazione).

Potrebbe interessarti anche: