Vai al contenuto
Per una pelle matura più bella

Per una pelle matura più bella

La tua pelle appare spenta, opaca e desquamata ultimamente? Può essere associato a cambiamenti climatici, allergie, danni solari, addirittura stress, o può essere dovuto solo all'invecchiamento. (Non preoccuparti, capita a tutti.) Fortunatamente, c'è una soluzione al riguardo: l'esfoliazione!

"Invecchiando, la pelle appare meno radiosa perché il processo naturale di turnover cellulare rallenta. Questo fa sì che le cellule morte si fermino sulla superficie cutanea più a lungo," afferma Annet King, Direttrice di Global Education e The International Dermal Institute. "L'esfoliazione aiuta a riportare in superficie la pelle radiosa, rimuovendo tutte le cellule secche e opache e rivelando la pelle elastica e liscia presente sotto di esse."

L'esfoliazione permette anche ai trattamenti mirati e alle creme idratanti di penetrare meglio nella pelle, riducendo congestioni e inestetismi; levigando le zone ruvide e prevenendo la formazione di peli incarniti.

"È veramente uno dei migliori consigli da seguire", dice Annet King.

Scegliere l'esfoliante giusto
Ci sono molti tipi di esfolianti, ma le categorie più comuni sono quelle che distinguono gli esfolianti professionali da quelli per i trattamenti domiciliari.

Gli esfolianti per trattamenti domiciliari (scrub, dischetti e brush) di solito sono delicati, poco costosi, veloci e pratici da usare. Molti di loro, come Daily Microfoliant®, Skin Prep Scrub e MultiVitamin Thermafoliant®, fanno sì che le piccole particelle eliminino fisicamente le cellule morte dalla superficie cutanea. I trattamenti da lasciare agire, come Daily Resurfacer, levigano la pelle con idrossiacidi ed enzimi che eliminano le cellule morte.

Gli esfolianti professionali, come BioSurface® Peel di Dermalogica®, di solito, rimuovono le cellule morte con delle formule topiche molto forti composte da acidi ed enzimi. Questi esfolianti offrono risultati migliori dopo una serie di trattamenti.

Scegliere il metodo di esfoliazione ottimale dipende dal tipo di pelle e dai suoi bisogni, nonché dalle preferenze personali, dal tempo e dalla disponibilità economica. Per una pelle molto sensibile, per esempio, bisognerà adeguare la frequenza e la bioattività dell'esfoliazione.

Per trovare l'esfoliante più adatto, consulta una Skin Therapist di Dermalogica® per una consulenza personalizzata o compara i nostri esfolianti.

Consigli veloci

Evita scrub abrasivi
Evita scrub che contengano zucchero, sale o noci, perché possono seccare e irritare la pelle. Scegli, piuttosto, scrub che contengano jojoba, tutolo, crusca di riso o microparticelle. Essi sono delicati su pelli secche, mature, sensibilizzate o geneticamente sensibili. (Se hai la pelle grassa, prendi in considerazione di usare uno scrub che contenga argille come caolino o diatomea, perché assorbono il sebo.)

Esfolia di mattina
(Consiglio: l'esfoliazione fa sì che il trucco duri di più.) "I prodotti applicati direttamente sulla pelle dopo l'esfoliazione possono essere più efficaci, perché la pelle non ha più residui cellulari accumulati sulla superficie", dice Annet King.

Fai tutto con moderazione
Quando esfoli la pelle, eccedere non va bene. Un'esfoliazione eccessiva può causare disidratazione e rendere la pelle più propensa a sensibilizzazione, irritazione, comparsa dei primi segni del tempo e danni causati dai raggi UV. La maggior parte delle persone ha bisogno solo di esfoliare la pelle poche volte alla settimana. Se preferisci esfoliarla più spesso, usa un esfoliante delicato adatto ad un uso giornaliero.

Cerca gli esfolianti
Articolo precedente Dormire bene rende la pelle più sana
Articolo successivo Una pelle migliore grazie agli antiossidanti